Firma Digitale

La Firma Digitale è l'equivalente elettronico di una tradizionale firma apposta su carta ma non deve essere confusa con la firma autografa scannerizzata e conservata come immagine.
L'elemento di rilievo del sistema è rappresentato dal certificato digitale di sottoscrizione che gli Enti Certificatori, rilasciano al titolare della Firma Digitale.
Il certificato di sottoscrizione è un file generato seguendo precisi standard crittografici stabiliti per Legge, dove al suo interno sono conservate informazioni che riguardano l'identità del titolare, il periodo di validità del certificato ed altri dati relativi all’Ente Certificatore.
L’impiego della Firma Digitale permette di snellire significativamente i rapporti tra Professionisti e Amministrazioni, Imprese, o Privati riducendo drasticamente la forma cartacea dei documenti, come specificato nelle Linee Guida emanate dal CNIPA, oggi DigitPA.
Inoltre, come indicato dall’Art. 2, Capo II, Sezione II, del Codice delle Amministrazioni Digitali, "…l’apposizione di firma digitale integra e sostituisce l’apposizione di sigilli, punzoni, timbri, contrassegni e marchi di qualsiasi genere ad ogni fine previsto dalla normativa vigente".
La Firma Digitale risulta quindi uno strumento indispensabile per molteplici categorie professionali e per il completamento delle funzioni della Posta Elettronica Certificata.
In definitiva, apposta ad un documento informatico questo assume le seguenti caratteristiche:
  1. Integrità, garanzia che il documento non è stato manomesso dopo la sottoscrizione;
  2. Autenticità, garanzia dell'identità di chi firma;
  3. Non ripudio, l'autore non può disconoscere il documento firmato;
  4. Valore legale, il documento elettronico sottoscritto digitalmente ha lo stesso valore legale di un documento cartaceo sottoscritto con firma autografa.
Quali documenti informatici si possono firmare?
Praticamente tutti, dalle comunicazioni ufficiali con le Amministrazioni Pubbliche, alle dichiarazioni fiscali, alle trasmissione di documenti legali in tutti i formati come ad esempio file PDF, DWG, TXT, RTF, DOC, DOCX, XLS, XLSX e molti altri.

Cosa occorre per apporre la Firma Digitale e/o la Marche Temporali?
Per apporre la firma digitale occorre dotarsi di una ”Smart Card”, ossia di una carta elettronica molto simile nell'aspetto ad una carta bancomat, o SIM, dotata al suo interno di un microchip contenente il certificato digitale.
I certificati digitali di sottoscrizione e autenticazione emessi hanno validità triennale dalla data di emissione e per il loro rinnovo occorre farne richiesta prima della data di scadenza.
Occorre inoltre installare sul proprio computer un dispositivo che permetta la lettura di queste Smart Card che, generalmente, è venduto assieme alla firma in formato Penna USB Autoinstallante o Lettore di Smart Card.

Richiesta Firma Digitale

Per richiedere il proprio dispositivo è necessario seguire il collegamento sotto riportato inserendo il seguente codice di convenzione - FDING1793 - relativo all’Accreditamento dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Foggia con la Società Aruba PEC S.p.a..
Si specifica che, la convenzione sottoscritta dal C.N.I. per gli Ordini degli Ingegneri aderenti al servizio non prevede, nell'emissione del certificato di Firma, anche il certificato CNS - Carta Nazionale dei Servizi utile ai fini delle procedure di Login nei portali delle Pubbliche Amministrazioni.